Pensieri serali. Insiemi intersecati, ovvero una famiglia.


In questi giorni sulla mia timeline i discorsi sulla famiglia non si contano.

Ed è forse un caso che mi sia imbattuta, proprio l’altro ieri, in una trasmissione, ovviamente d’oltre oceano, su tre matrimoni a prima vista.

Questo mi ha fatto riflettere.

Come si fa a creare una famiglia con una persona di cui non sai nemmeno il nome, ma che, secondo degli esperti, è la tua metà perfetta?!?!?!

In realtà oggi risulta assurdo ma fino a 100 anni fa non lo era poi così tanto. I matrimoni combinati erano abbastanza frequenti.

In questo post non voglio entrare nel merito di chi e come compone una famiglia.

Ma spesso ci si dimentica che una coppia è un’intersezione di due insiemi. Durante ogni giorno della vita a due è necessario far aumentare gli elementi dell’intersezione, fino ad arrivare ad un’unione totale.

Sottolineo il quasi perché in ogni relazione deve necessariamente esserci e convivere l’io, un’individualità necessaria per l’equilibrio.

Quindi in realtà qualsiasi coppia di insieme che decida di intersecarsi può, con un po’ di sacrifici e costanza, diventare una famiglia.

Annunci